Lotto terzi

Lot 207

Francesco Galvani (Modena 1806 – 1873)

Eugène Sue e l’Italia

La seduta d'asta si tiene il 14 settembre 2023 alle 18:00 (IT Time)
Stima €30,00 - €50,00
€45.00
Lettera autografa firmata
Una pagina in-8

Firenze 31 Xbre 1852

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa firmata datata 'Firenze 31 Xbre 1852' del Conte, letterato e storiografo, Francesco Galvani, diretta agli editori milanesi Borroni e Scotti, nella quale propone di pubblicare alcune opere del rinomato romanziere Eugène Sue che sta traducendo dal francese: "Avendo ultimata la traduz. del Colon. di Surville di Sue a cui potrei far precedere una lettera dell'A. a me diretta, e cominciata la versione di Gilberto e Gilberta dello stesso A. che dal 23 corr. vede la luce nello Siècel, io ve ne propongo l'acquisto a quel prezzo che vi piacerà, ed a quelle condiz. che stabilirete, chiamandomene fin d'ora contento. Le molte Op. da me pubblicate ponno farvi fede della mia diligenza: volendo maggiori notizie sul conto mio, rivolgetevi a I. Cantù, G. Barbieri, Resnati, e tant'altri amicissimi miei e che onorano non Milano soltanto ma l'Italia intera...". Non sono state identificate traduzioni di Galvani delle opere di Sue. Una pagina in-8.
Lettera autografa firmata
Una pagina in-8

Firenze 31 Xbre 1852

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa firmata datata 'Firenze 31 Xbre 1852' del Conte, letterato e storiografo, Francesco Galvani, diretta agli editori milanesi Borroni e Scotti, nella quale propone di pubblicare alcune opere del rinomato romanziere Eugène Sue che sta traducendo dal francese: "Avendo ultimata la traduz. del Colon. di Surville di Sue a cui potrei far precedere una lettera dell'A. a me diretta, e cominciata la versione di Gilberto e Gilberta dello stesso A. che dal 23 corr. vede la luce nello Siècel, io ve ne propongo l'acquisto a quel prezzo che vi piacerà, ed a quelle condiz. che stabilirete, chiamandomene fin d'ora contento. Le molte Op. da me pubblicate ponno farvi fede della mia diligenza: volendo maggiori notizie sul conto mio, rivolgetevi a I. Cantù, G. Barbieri, Resnati, e tant'altri amicissimi miei e che onorano non Milano soltanto ma l'Italia intera...". Non sono state identificate traduzioni di Galvani delle opere di Sue. Una pagina in-8.