Lotti Bonino

Lot 91

Oleg Aleksandrovich Kudryashov (1932 – 2022)

Senza titolo, 1971

La seduta d'asta si tiene il 23 marzo 2024 alle 18:00 (IT Time)
Stima €80 - €120
Base d'asta: 80,00

Puntasecca su cartoncino
34,4 x 31,8 cm

Firma:
"O. Kudryashov", a matita, al recto

Data:
"71", a matita, al recto

Altre iscrizioni:
indicazione della tiratura "3/5", "P.A.", matita e "Mosca" (in caratteri cirillici), a matita, al recto

Stato di conservazione:
Condizione supporto: 90% (leggere pieghe)
Condizione superficie: 90% (leggere maculazioni)

Oleg Alexandrovich Kudryashov è uno dei più importanti pittori e incisori russi del dopoguerra. Lavora quasi esclusivamente su carta usando come mezzo la puntasecca e l'acquerello o gouache. È meglio conosciuto per le sue opere tridimensionali, chiamate costruzioni o rilievi, realizzate tagliando e piegando opere stampate per creare effetti scultorei. La maggior parte delle sue opere sono uniche o in piccolissime edizioni. Il lavoro di Kudryashov è difficile da classificare poiché è allo stesso tempo figurativo e astratto. L'artista, d'altra parte, credeva che l'ideologia fosse nemica dell'arte perché limita l'immaginazione umana. Sebbene il suo lavoro sia influenzato dal costruttivismo russo e dal suprematismo, dalle stampe Lubok e dalle icone ortodosse russe, Kudryashov non ha mai ricercato nell'arte una dimensione ideale. La prima monografia sull'artista, 'Oleg Kudryashov. Bridge to the Future', a cura di Christina Lodder, Edward Lucie-Smith, Igor Golomstock e Sergei Reviakin, è stata pubblicata nel Regno Unito nel 2017.

Kudryashov ha molte esposizioni in tutto il mondo, monografiche e di gruppo. A seguire una selezione delle esposizioni personali:
2018 Oleg Kudryashov: Bridge to the Future, Centro di cultura Russa, Londra
2016 New Acquisitions of Prints and Drawings in 2009–2014, Pushkin State Museum of Fine Arts, Mosca
2015 Oleg Kudryashov: Retrospective, Woland Associazione Culturale, Magazzino delle Idee, Sala Comunale d'Arte, Trieste
2012 Freedom Inside Yourself: Retrospective, Bermondsey Project, Londra
1999 Tretyakov Gallery, Mosca (retrospective); Brjansk Museum, Brjansk, Russia
1998 Francis Graham-Dixon Gallery, at the Grosvenor Gallery, Londra
1997-98 Oleg Kudryashov: Constructions, Drypoints and Paper Sculptures, Duke University, Carolina del Nord
1997 Robert Brown Gallery, Washington, DC
1995 Oleg Kudryashov, Moscow Remembered, The George Washington University Dimock Gallery, Washington DC
1994 Robert Brown Gallery, Washington, DC
1992-93 The Central House of Artists, Mosca
1992 Prints and Reliefs, Pushkin State Museum of Fine Arts, Mosca
1992 Galerie Saint-Guillaume, Tokyo, Giappone
1991 Patrick Cramer Gallery, Geneva, Switzerland; Francis Graham-Dixon Gallery, London; Robert Brown Gallery, Washington DC
1990 The Central House of Artists, Mosca (retrospective)
1989 Art-Connection, Basel, Switzerland; Roger Ramsay Gallery, Chicago
1988 Douglas Hyde Gallery, Trinity College Dublin, Ireland; Patrick Cramer Gallery, Geneva; Robert Brown Gallery, Washington DC
1984 Robert Brown Gallery, Washington DC; Coracle Press Gallery, Londra
1983 Riverside Studios, Londra
1982 Robert Brown Gallery, Washington DC
1976 Acme Gallery, Londra

Collezioni pubblice selezionate

Arts Council of England
Baltimore Museum of Art, Baltimore, Maryland
Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
Collection of the City New-Ulm
Contemporary Art Society, Londra
Fitzwilliam Museum, Cambridge
Grafische Sammlung, Schaetzlerpalais, Asburgo
Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Smithsonian Institution, Washington, DC
Hunterian Museum and Art Gallery, Glasgow
Kreeger Museum, Washington, DC
Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles
Minneapolis Institute of Art, Minneapolis
Museum of Fine Arts, Boston, Massachusetts
National Gallery Prague, Praga
National Gallery of Art, Washington, DC
Norwich Castle Museum, Norwich
The Phillips Collection, Washington, DC
Pushkin Museum of Fine Arts, Mosca
State Library of Saltykov-Schedrin, San Pietroburgo
State Museum of Literature, Mosca
Tate Gallery, Londra
Tretyakov Gallery, Mosca
Trinity College, Dublino
Victoria and Albert Museum, Londra
Wakefield Art Gallery, Wakefield
Yale Center for British Art, New Haven
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura italiano. Per i lotti con meno di 50 anni, o pagati meno di € 13.500, è possibile presentare all'ufficio esportazione scelto una autocertificazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Puntasecca su cartoncino
34,4 x 31,8 cm

Firma:
"O. Kudryashov", a matita, al recto

Data:
"71", a matita, al recto

Altre iscrizioni:
indicazione della tiratura "3/5", "P.A.", matita e "Mosca" (in caratteri cirillici), a matita, al recto

Stato di conservazione:
Condizione supporto: 90% (leggere pieghe)
Condizione superficie: 90% (leggere maculazioni)

Oleg Alexandrovich Kudryashov è uno dei più importanti pittori e incisori russi del dopoguerra. Lavora quasi esclusivamente su carta usando come mezzo la puntasecca e l'acquerello o gouache. È meglio conosciuto per le sue opere tridimensionali, chiamate costruzioni o rilievi, realizzate tagliando e piegando opere stampate per creare effetti scultorei. La maggior parte delle sue opere sono uniche o in piccolissime edizioni. Il lavoro di Kudryashov è difficile da classificare poiché è allo stesso tempo figurativo e astratto. L'artista, d'altra parte, credeva che l'ideologia fosse nemica dell'arte perché limita l'immaginazione umana. Sebbene il suo lavoro sia influenzato dal costruttivismo russo e dal suprematismo, dalle stampe Lubok e dalle icone ortodosse russe, Kudryashov non ha mai ricercato nell'arte una dimensione ideale. La prima monografia sull'artista, 'Oleg Kudryashov. Bridge to the Future', a cura di Christina Lodder, Edward Lucie-Smith, Igor Golomstock e Sergei Reviakin, è stata pubblicata nel Regno Unito nel 2017.

Kudryashov ha molte esposizioni in tutto il mondo, monografiche e di gruppo. A seguire una selezione delle esposizioni personali:
2018 Oleg Kudryashov: Bridge to the Future, Centro di cultura Russa, Londra
2016 New Acquisitions of Prints and Drawings in 2009–2014, Pushkin State Museum of Fine Arts, Mosca
2015 Oleg Kudryashov: Retrospective, Woland Associazione Culturale, Magazzino delle Idee, Sala Comunale d'Arte, Trieste
2012 Freedom Inside Yourself: Retrospective, Bermondsey Project, Londra
1999 Tretyakov Gallery, Mosca (retrospective); Brjansk Museum, Brjansk, Russia
1998 Francis Graham-Dixon Gallery, at the Grosvenor Gallery, Londra
1997-98 Oleg Kudryashov: Constructions, Drypoints and Paper Sculptures, Duke University, Carolina del Nord
1997 Robert Brown Gallery, Washington, DC
1995 Oleg Kudryashov, Moscow Remembered, The George Washington University Dimock Gallery, Washington DC
1994 Robert Brown Gallery, Washington, DC
1992-93 The Central House of Artists, Mosca
1992 Prints and Reliefs, Pushkin State Museum of Fine Arts, Mosca
1992 Galerie Saint-Guillaume, Tokyo, Giappone
1991 Patrick Cramer Gallery, Geneva, Switzerland; Francis Graham-Dixon Gallery, London; Robert Brown Gallery, Washington DC
1990 The Central House of Artists, Mosca (retrospective)
1989 Art-Connection, Basel, Switzerland; Roger Ramsay Gallery, Chicago
1988 Douglas Hyde Gallery, Trinity College Dublin, Ireland; Patrick Cramer Gallery, Geneva; Robert Brown Gallery, Washington DC
1984 Robert Brown Gallery, Washington DC; Coracle Press Gallery, Londra
1983 Riverside Studios, Londra
1982 Robert Brown Gallery, Washington DC
1976 Acme Gallery, Londra

Collezioni pubblice selezionate

Arts Council of England
Baltimore Museum of Art, Baltimore, Maryland
Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
Collection of the City New-Ulm
Contemporary Art Society, Londra
Fitzwilliam Museum, Cambridge
Grafische Sammlung, Schaetzlerpalais, Asburgo
Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Smithsonian Institution, Washington, DC
Hunterian Museum and Art Gallery, Glasgow
Kreeger Museum, Washington, DC
Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles
Minneapolis Institute of Art, Minneapolis
Museum of Fine Arts, Boston, Massachusetts
National Gallery Prague, Praga
National Gallery of Art, Washington, DC
Norwich Castle Museum, Norwich
The Phillips Collection, Washington, DC
Pushkin Museum of Fine Arts, Mosca
State Library of Saltykov-Schedrin, San Pietroburgo
State Museum of Literature, Mosca
Tate Gallery, Londra
Tretyakov Gallery, Mosca
Trinity College, Dublino
Victoria and Albert Museum, Londra
Wakefield Art Gallery, Wakefield
Yale Center for British Art, New Haven
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura italiano. Per i lotti con meno di 50 anni, o pagati meno di € 13.500, è possibile presentare all'ufficio esportazione scelto una autocertificazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.