Lotto terzi

Lot 313

Giambattista Incisa di Santo Stefano (Torino m.1826)

Chiururgia – Scienza

L'asta si tiene il 22 marzo 2024 alle ore 18.00 (IT Time).
Stima €10,00 - €20,00
€10.00
Lettera autografa
Una pagina in-4

Turin ce 26 8bre 1808

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa, datata Turin ce 26 8bre 1808, firmata da "Incisa", "Governeur du Royal College des Provinces". Si dichiara che il dottor "Francois Rossi de Cinzano", chirurgo in capo dei principi Borghese e del grande ospedale di San Giovanni, fu nominato "Repetiteur d'anatomie pratique" di detto collegio per il biennio 1788-89.Una pagina in-4.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Lettera autografa
Una pagina in-4

Turin ce 26 8bre 1808

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa, datata Turin ce 26 8bre 1808, firmata da "Incisa", "Governeur du Royal College des Provinces". Si dichiara che il dottor "Francois Rossi de Cinzano", chirurgo in capo dei principi Borghese e del grande ospedale di San Giovanni, fu nominato "Repetiteur d'anatomie pratique" di detto collegio per il biennio 1788-89.Una pagina in-4.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.