Lotto terzi

Lot 306

Giuseppe Capra (Pont San Martin, Aosta 1873 – 1952)

Esplorazioni della Cina

L'asta si tiene il 22 marzo 2024 alle ore 18.00 (IT Time).
Stima €70,00 - €100,00
Base d'asta: 70,00

Lettera autografa firmata e lettera dattilografa con firma autografa
Due pagine in- 8
Una pagina in-8


Pont Saint Martin (Aosta) 19 - VIII - (19)27
Lanchov (Kansu-Cina) 28 Sett. 1926

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa firmata dell’abate, etnografo ed esploratore valdostano, noto per le sue mission in Australia, Nuova Guinea, Cina. Datata Pont Saint Martin (Aosta) 19 - VIII - (19)27 su questioni professionali. "Signor Direttore mi voglia scusare se ancora non inviai le fotografie: attendeva una cassetta da Scianghai, nella quale v’erano quattro ventine di ottime negative (…). Giunse la cassetta, ma causa i cattivi trasporti in Italia, prese acqua e le negative sono rovinate. Sono desolato. Porterò io stesso, recandomi a Roma in Ottobre le fotografie di cui dispongo. Nel prossimo anno accademico insegnerò nella R. Università a Roma, Facoltà di Scienze politiche, titolo del Corso ‘Esplorazioni Italiane’…". Due pagine in- 8. Timbro postale, note di archiviazione a matita rossa. Fori d’archivio ai margini non lesivi del testo. Unita lettera dattiloscritta con firma autografa datata Lanchov (Kansu-Cina) 28 Sett. 1926 nella quale fa richiesta di aiuti economici vista la situazione critica della regione cinese da cui scrive. "Chiarissimo Direttore quando riceverà questa mia starò attraversando il Deserto di Gobi, giorni 26 con tre oasi. L’assedio di Sianfu, che perdura da cinque mesi e ha già ucciso 40.000 persone di fame e di pestilenza, mi impedisce di avere la posta da oltre cinque mesi…". "Ho troppa necessità dell’aiuto Suo e di altri Signori di Firenze perché le spese del viaggio sono immensamente cresciute causa la guerra…". Una pagina in-8 obl. su carta velina. Timbro postale. Note di archiviazione a matita viola e blu. Accluso biglietto in carta velina (cm 12,5 x 5) con l’indirizzo datt. valido per "tutto Novembre": "Urumtsi (Ti-Hwa) Chinese Turkestan Via Siberia (Homs-Semikpalatinsk-Tacheng)".
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Lettera autografa firmata e lettera dattilografa con firma autografa
Due pagine in- 8
Una pagina in-8


Pont Saint Martin (Aosta) 19 - VIII - (19)27
Lanchov (Kansu-Cina) 28 Sett. 1926

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Lettera autografa firmata dell’abate, etnografo ed esploratore valdostano, noto per le sue mission in Australia, Nuova Guinea, Cina. Datata Pont Saint Martin (Aosta) 19 - VIII - (19)27 su questioni professionali. "Signor Direttore mi voglia scusare se ancora non inviai le fotografie: attendeva una cassetta da Scianghai, nella quale v’erano quattro ventine di ottime negative (…). Giunse la cassetta, ma causa i cattivi trasporti in Italia, prese acqua e le negative sono rovinate. Sono desolato. Porterò io stesso, recandomi a Roma in Ottobre le fotografie di cui dispongo. Nel prossimo anno accademico insegnerò nella R. Università a Roma, Facoltà di Scienze politiche, titolo del Corso ‘Esplorazioni Italiane’…". Due pagine in- 8. Timbro postale, note di archiviazione a matita rossa. Fori d’archivio ai margini non lesivi del testo. Unita lettera dattiloscritta con firma autografa datata Lanchov (Kansu-Cina) 28 Sett. 1926 nella quale fa richiesta di aiuti economici vista la situazione critica della regione cinese da cui scrive. "Chiarissimo Direttore quando riceverà questa mia starò attraversando il Deserto di Gobi, giorni 26 con tre oasi. L’assedio di Sianfu, che perdura da cinque mesi e ha già ucciso 40.000 persone di fame e di pestilenza, mi impedisce di avere la posta da oltre cinque mesi…". "Ho troppa necessità dell’aiuto Suo e di altri Signori di Firenze perché le spese del viaggio sono immensamente cresciute causa la guerra…". Una pagina in-8 obl. su carta velina. Timbro postale. Note di archiviazione a matita viola e blu. Accluso biglietto in carta velina (cm 12,5 x 5) con l’indirizzo datt. valido per "tutto Novembre": "Urumtsi (Ti-Hwa) Chinese Turkestan Via Siberia (Homs-Semikpalatinsk-Tacheng)".
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.