Lotto terzi

Lot 229

Luigi Pomba (Torino 1821 – ivi 1872)

Editoria – Il mondo illustrato – Filippo Luigi Santi – Biografie dei contemporanei italiani

L'asta si tiene il 22 marzo 2024 alle ore 18.00 (IT Time).
Stima €40,00 - €80,00
Base d'asta: 40,00

Due lettere autografe
Quattro pagine in-4 e in-8

Torino 18 marzo 1861
Torino 15 ottobre 1863

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Due lettere autografe dal figlio di Giuseppe Pomba, editore italiano, datate 'Torino 18 marzo 1861' e 'Torino 15 ottobre 1863'. Le missive, indirizzate al professor Filippo Luigi Santi di Napoli, trattano della stampa di alcune collane e riviste come 'Il Mondo Illustrato'. Documenti preziosi per delineare la storia della famosa tipografia. Nella lettera datata '15 ottobre 1863' è citata: "..una Raccolta di Biografie dei Contemporanei Italiani più utili di questo secolo giunta a N°65 volumetti, e che sarà proseguita ancora con altri 15 tutti in gran parte preparati fra cui appunto si trovano le individualità più eminenti che contribuiscono in mille modi all’Indipendenza e unità", raccolta che lo stesso Santi è chiamato a dirigere. Quattro pagine in-4 e in-8, su carta intestata della 'Unione Tipografico-Editrice Torinese' (UTET) della ditta Cugini Pomba.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Due lettere autografe
Quattro pagine in-4 e in-8

Torino 18 marzo 1861
Torino 15 ottobre 1863

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Due lettere autografe dal figlio di Giuseppe Pomba, editore italiano, datate 'Torino 18 marzo 1861' e 'Torino 15 ottobre 1863'. Le missive, indirizzate al professor Filippo Luigi Santi di Napoli, trattano della stampa di alcune collane e riviste come 'Il Mondo Illustrato'. Documenti preziosi per delineare la storia della famosa tipografia. Nella lettera datata '15 ottobre 1863' è citata: "..una Raccolta di Biografie dei Contemporanei Italiani più utili di questo secolo giunta a N°65 volumetti, e che sarà proseguita ancora con altri 15 tutti in gran parte preparati fra cui appunto si trovano le individualità più eminenti che contribuiscono in mille modi all’Indipendenza e unità", raccolta che lo stesso Santi è chiamato a dirigere. Quattro pagine in-4 e in-8, su carta intestata della 'Unione Tipografico-Editrice Torinese' (UTET) della ditta Cugini Pomba.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.