Lotto terzi

Lot 226

Domenico Paoli (Pesaro 1783 – ivi 1853)

Cesare Causa – Leopardi – Pesaro – Bologna

L'asta si tiene il 22 marzo 2024 alle ore 18.00 (IT Time).
Stima €100,00 - €150,00
Base d'asta: 100,00

Due lettere autografe firmate
Quattro pagine in-8

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Due lettere autografe firmate, risalenti all’anno 1814, dell'illustre fisico, chimico e medico, intimo di Giacomo Leopardi (che a partire dal 1827 favorì i contatti dell'amico con l’ambiente accademico pisano e con il circolo fiorentino del Gabinetto Scientifico-Letterario di Giovan Pietro Vieusseux, nel giornale del quale - 'Antologia' - Paoli pubblicherà varie note. Le lettere sono dirette all’amico e collega Cesare Causa, noto libraio a Bologna. Le missive (per un totale di quattro pagine in-8), vertono su questioni erudite e bibliografiche.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Due lettere autografe firmate
Quattro pagine in-8

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Due lettere autografe firmate, risalenti all’anno 1814, dell'illustre fisico, chimico e medico, intimo di Giacomo Leopardi (che a partire dal 1827 favorì i contatti dell'amico con l’ambiente accademico pisano e con il circolo fiorentino del Gabinetto Scientifico-Letterario di Giovan Pietro Vieusseux, nel giornale del quale - 'Antologia' - Paoli pubblicherà varie note. Le lettere sono dirette all’amico e collega Cesare Causa, noto libraio a Bologna. Le missive (per un totale di quattro pagine in-8), vertono su questioni erudite e bibliografiche.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.