Lotto terzi

Lot 195

Giuseppe Biamonti (San Biagio della Cima 1762 – Milano 1824)

Orlando Furioso

L'asta si tiene il 22 marzo 2024 alle ore 18.00 (IT Time).
Stima €120,00 - €180,00
€120.00
Noterelle autografe
Lettera autografa firmata
Una pagina in-8

Torino 8 Aprile 1818

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Noterelle autografe e, inedite, all'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto del poeta, tragediografo ed erudito, professore di eloquenza all'università di Bologna e di Torino, Giuseppe Biamonti. 9 colonne. in totale. Ogni colonna è suddivisa in due colonne di testo. Riportiamo un passo a titolo di esempio: "Ma il lamento d'Orlando nelle stanze 126, 127, 128 è tale ch'è impossibile ad imitarlo e tale che chi non sentirà intenerirsi non avrà cuore, chi non piangerà sarà senz'occhi...". Presente inoltre una bella lettera autografa firmata, una pagina in-8, datata 'Torino 8 Aprile 1818' di ringraziamento per l'invio del volume sulla casa di Orazio che trova “piena di bellissime cose, non senza un certo dispiacere che un francese descriva a noi così bene la parte più famosa dell’antica nostra Italia, e che anche in questo caso noi non abbiamo un’opera simile, e per nostra maggior vergogna è stampata a Roma in lingua francese (...)”. Di sapiente barocchismo la chiusa: “Tutte le altre cose che avrei a dirle su quest’opera (...) finché ambedue avessimo votato il sacco, il che non potrebbe avvenir mai finché durassero ambedue i nostri sacchi che sempre si riempiono, e il mio si empirebbe sempre, se il suo fosse vicino stabilmente al mio...”. Il riferimento è a: Bertrand Capmartin de Chaupy "Découverte de la maison de campagne d'Horace" pubblicato a Roma nel 1769.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.
Noterelle autografe
Lettera autografa firmata
Una pagina in-8

Torino 8 Aprile 1818

stato di conservazione: buono (se non vedi estesi restauri)

Noterelle autografe e, inedite, all'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto del poeta, tragediografo ed erudito, professore di eloquenza all'università di Bologna e di Torino, Giuseppe Biamonti. 9 colonne. in totale. Ogni colonna è suddivisa in due colonne di testo. Riportiamo un passo a titolo di esempio: "Ma il lamento d'Orlando nelle stanze 126, 127, 128 è tale ch'è impossibile ad imitarlo e tale che chi non sentirà intenerirsi non avrà cuore, chi non piangerà sarà senz'occhi...". Presente inoltre una bella lettera autografa firmata, una pagina in-8, datata 'Torino 8 Aprile 1818' di ringraziamento per l'invio del volume sulla casa di Orazio che trova “piena di bellissime cose, non senza un certo dispiacere che un francese descriva a noi così bene la parte più famosa dell’antica nostra Italia, e che anche in questo caso noi non abbiamo un’opera simile, e per nostra maggior vergogna è stampata a Roma in lingua francese (...)”. Di sapiente barocchismo la chiusa: “Tutte le altre cose che avrei a dirle su quest’opera (...) finché ambedue avessimo votato il sacco, il che non potrebbe avvenir mai finché durassero ambedue i nostri sacchi che sempre si riempiono, e il mio si empirebbe sempre, se il suo fosse vicino stabilmente al mio...”. Il riferimento è a: Bertrand Capmartin de Chaupy "Découverte de la maison de campagne d'Horace" pubblicato a Roma nel 1769.
I lotti devono essere ritirati presso la sede della casa d'aste. Chi intenda esportare i lotti dovrà aver cura di fare le pratiche apposite presso gli uffici esportazione del Ministero della Cultura. Per tutti i lotti è necessario presentare all'ufficio esportazione scelto una regolare richiesta di esportazione.
Chi partecipa all'asta dichiara di aver letto e compreso il Regolamento di vendita, come integrato dagli Aggiornamenti. Le commissioni d'asta, computate sul prezzo di aggiudicazione di ogni singolo lotto, sono pari a: per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 0 fino a € 50.000, 26,64% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione da € 50.000 fino a € 1.600.000, 23,37% + IVA; per la parte del prezzo di aggiudicazione oltre € 1.600.000, 16,80% + IVA. Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario entro 15 giorni naturali dalla seduta d'asta. Le penali per il tardivo pagamento sono pari al 30% dell'importo dovuto.